REGIONE MARCHE: CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO

REGIONE MARCHE

CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO PER COMMERCIO AL DETTAGLIO

           E SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE
 

La Regione Marche ha finalmente pubblicato sul BUR il Bando 2014 relativo ai contributi a fondo perduto destinato ad  agevolare gli investimenti delle imprese commerciali, in particolare le micro, piccole e medie imprese di VENDITA AL DETTAGLIO e di SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO DI ALIMENTI E BEVANDE (bar, pub, ristoranti, osterie, pizzerie….). Vediamo in sintesi le caratteristiche salienti della normativa che apporta qualche significativa modifica rispetto ai Bandi degli anni passati.

 

SOGGETTI BENEFICIARI

I soggetti beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese commerciali di:

 

  • Vendita al dettaglio;
  • Somministrazione al pubblico di alimenti e bevande.

 

Entrambe le tipologie devono essere “esistenti”, cioè già in possesso di autorizzazione amministrativa, SCIA e/o SAB ove richieste.

 

Sono escluse le seguenti tipologie di attività:

 

  • Attività di vendita al dettaglio non rivolte al pubblico (spacci interni);
  • Attività di vendita al dettaglio di merci prodotte in proprio (agricoltori, artigiani…);
  • Attività di farmacie e parafarmacie;
  • Attività che prevedono trasformazione di prodotti;
  • Attività di monopolio;
  • Distributori automatici;
  • Attività di commercio elettronico;
  • Attività di rivendita di carburanti;
  • Attività di noleggio;
  • Attività di commercio all’ingrosso;
  • Attività di commercio su aree pubbliche che non operano con strutture stabilmente fissate al suolo quali box o chioschi;
  • Attività svolte da circoli privati e mense;
  • Attività artigianali per la produzione propria.

 

INTERVENTI AGEVOLABILI

Gli interventi ammessi a contributo sono:

  • Ristrutturazione, manutenzione straordinaria e ampliamento dei locali adibiti o da adibire ad attività commerciale;
  • attrezzature fisse e mobili strettamente inerenti l’attività di vendita e/o somministrazione di alimenti e bevande;
  • arredi strettamente inerenti l’attività di vendita e/o somministrazione di alimenti  e bevande (ad eccezione di complementi di arredo, suppellettili e stoviglie).

 

ENTITA’ DEL CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO

 Il contributo regionale a fondo perduto concesso è pari al 15% delle spese ritenute ammissibili.

L’investimento ammissibile non può essere inferiore a € 15.000,00 e superiore a € 80.000,00 (al netto di Iva).

Tutti gli investimenti devono essere nuovi di fabbrica.

Non sono ammessi investimenti in locazione finanziaria (leasing).

Attività promiscua: nel caso di attività promiscua (commerciale ed artigianale, dettaglio ed ingrosso…sono agevolabili solo gli investimenti per l’attività di commercio al dettaglio e/o somministrazione al pubblico di alimenti e bevande).

Sono ammessi a finanziamento sia i progetti già realizzati a far data dal 1 gennaio 2013sia i progetti ancora da realizzare, fermo restando che, in questo caso, i lavori andranno ultimati e pagati entro 6 mesi dalla pubblicazione delle graduatorie.

 

SCADENZA PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

Le domande di contributo dovranno essere presentate entro il 30 giugno 2014.