CREDITO D’IMPOSTA PER LE IMPRESE TURISTICHE

ART-BONUS (D.L. nr. 83 del 31.05.2014 artt. 9-10-11-13 in vigore dal I° giugno)

 

È in vigore dal I° giugno il c.d. ART-BONUS, che prevede una serie di incentivi per la valorizzazione e la tutela del patrimonio culturale ed il rilancio del turismo nel nostro paese.

In questa sede tratteremo soltanto del credito d’imposta per la digitalizzazione e la riqualificazione delle strutture ricettive.

Entro il I° settembre verrà emesso il decreto ministeriale che stabilirà le modalità attuative.

 
SOGGETTI BENEFICIARI
Tutti gli esercizi ricettivi singoli o aggregati, con servizi extra-ricettivi o ancillari (questi ultimi sono servizi speciali che migliorano l’esperienza di viaggio delle persone, di portata innovativa, con un ruolo centrale della tecnologia e della telefonia mobile, aperti all’integrazione con i social media. Sono prestazioni che consentono alle strutture ricettive di estendere e ampliare le interazioni con il turista, prima, durante e dopo il viaggio).

Sono definite Strutture Ricettive:

alberghi, alloggi agroturistici, alloggi in affitto gestiti in forma imprenditoriale, alloggi privati in affitto, campeggi, case ed appartamenti per vacanze, case per ferie, ostelli della gioventù, rifugi alpini.

 

                                DIGITALIZZAZIONE DEGLI ESERCIZI RICETTIVI (art. 9)

Viene riconosciuto un credito d’imposta  nella misura del 30% dei costi sostenuti per investimenti ed attività di sviluppo nel triennio 2014-2015-2016, fino all’importo massimo di € 12.500,00. Il credito d’imposta  è ripartito in 3 quote annuali di pari importo.

Spese ammissibili:
 

  • Impianti hi-fi;
  • Siti web ottimizzati per il sistema mobile;
  • Soft-ware per la vendita diretta di servizi e pernottamenti e la distribuzione sui canali digitali;
  • Spazi e pubblicità per la promozione e commercializzazione di servizi e pernottamenti turistici sui siti e piattaforme informatiche specializzate, anche gestite da tour operator e agenzie di viaggio;
  • Servizi di consulenza per la comunicazione ed il marketing digitale;
  • Strumenti per la promozione digitale di proposte e offerte innovative in tema di inclusione e di ospitalità per persone con disabilità;
  • Servizi relativi alla formazione del titolare o del personale dipendente ai fini di quanto sopra.



              RIQUALIFICAZIONE ED ACCESSIBILITA’ DELLE STRUTTURE RICETTIVE (art. 10)

Alle strutture ricettive esistenti alla data del 1 gennaio 2012 è riconosciuto un credito d’imposta pari al 30% delle spese sostenute nel triennio 2014-2015-2016, fino ad un massimo di € 200.000,00; il credito d’imposta è ripartito in 3 quote annuali di pari importo.

Sono agevolabili  i seguenti interventi:
 

  • Ristrutturazione edilizia dell’immobile;
  • Eliminazione delle barriere architettoniche.